Relazione su invito

L'astrofisica X e gamma in Italia (e nel mondo): Una storia di successo con un indimenticabile protagonista.

Caraveo P.
  Martedì 12/09   09:00 - 13:00   Aula A203   III - Astrofisica
Il successo della missioni XMM-Newton (lanciata nel 1999), INTEGRAL (2002), Swift (2004), Agile (2007) e Fermi (2008) testimonia l'indiscussa qualità del contributo italiano a strumenti per astrofisica della alte energie. Sia che si trattasse di missione dell'Agenzia Spaziale Europea (XMM-Newton e INTEGRAL), sia che si trattasse di missioni NASA (Swift e Fermi), sia che si trattasse di missioni puramente italiane come nel caso di Agile, l'industria e la comunità scientifica italiane sono state protagoniste nel panorama internazionale. Queste missioni hanno un denominatore comune nella figura di Nanni Bignami che è stato Principal Investigator della missione XMM- Newton, membro del comitato di selezione per la strumentazione di INTEGRAL e strenuo sostenitore della partecipazione alle missioni NASA Swift e Fermi, quando era direttore scientifico all'ASI. Nello stesso periodo Nanni Bignami ha lanciato il programma di piccole missioni scientifiche ASI, programma che ha prodotto AGILE, lanciato nell'aprile 2007 pochi giorni prima che Nanni diventasse Presidente di ASI. Piuù di recente, Nanni Bignami si è adoperato per assicurare alla comunità scientifica europea e mondiale un nuovo grande osservatorio per astronomia X, partecipando attivamente alla selezione di Athena, la prossima cornerstone dell'Agenzia Spaziale Europea.