Relazione su invito

L'energia di legame $B_{\wedge}$, degli ipernuclei $\Lambda$ e la possibile violazione della simmetria di carica nell'interazione forte iperone $\Lambda$-nucleone.

Feliciello A.
  Giovedì 14/09   09:00 - 11:30   Aula A208   I - Fisica nucleare e subnucleare
Sfruttando l'esatta calibrazione assoluta della scala di energia lo spettrometro magnetico FINUDA ai LNF ha permesso di determinare le energie di legame $B_{\wedge}$ di 6 ipernuclei $\Lambda$ della shell $p$ con una precisione dell'ordine di 100 keV. Il confronto di questi risultati con quelli già esistenti in letteratura ha messo in evidenza che la serie più completa di misure sperimentali di $B_{\wedge}$, ottenuta grazie allo spettrometro SKS al KEK, soffre di una sottovalutazione sistematica di $600\pm 80$ keV. L'origine della discrepanza è dovuta alla normalizzazione di questi ultimi dati al valore di $B_{\wedge}$ riportato per il ${}^{12}_{\Lambda}C$ da esperimenti datati (e sbagliati) effettuati con emulsioni fotografiche. La corretta valutazione di $B_{\wedge}$ per i membri dei diversi isomultipletti di iper- nuclei $\Lambda$ (A = 7, 10, 12, 16) riveste una fondamentale importanza per la verifica della possibile violazione della simmetria di carica nell'interazione forte $\Lambda$-N. Di particolare interesse è lo studio dell'isodoppietto di massa A = 4 (${}^{4}_{\Lambda}H,i {}^{4}_{\Lambda}He$) all'interno del quale la violazione è stata osservata per la prima volta e il fenomeno sembra manifestarsi in misura maggiore. Recenti misure di $B_{\wedge}({}^{4}_{\Lambda}H)$ sembrano però ridimensionare l'effetto ed anche l'analisi, attualmente in corso, effettuata sui dati raccolti dall'esperimento FINUDA sembra indicare una riduzione della differenza di $B_{\wedge}$ fra ${}^{4}_{\Lambda}H$ e ${}^{4}_{\Lambda}He$.